Review Tour: Una famiglia moderna di Helga Flatland


Buongiorno, oggi ho il grande piacere di partecipare al Review Tour di Una famiglia moderna di Helga Flatland, edito Fazi Editore che ringrazio per la copia digitale. 
Ringrazio anche Luisa Distefano del blog I Sussurri delle Muse per l'organizzazione dell'evento.

Una famiglia moderna, Helga Flatland, Fazi Editore

Autore: Helga Flatland
Traduzione: Alessandro Storti
Editore: Fazi Editore
Genere: Romanzo
Pagine: 310
Data di pubblicazione: 12 luglio 2022


Da una delle più importanti scrittrici norvegesi emergenti, il ritratto dolceamaro di una famiglia che si trova a un punto di svolta.
«Ci stiamo lasciando»: tre brevi, semplici parole che innescano un terremoto. Quando Liv, Ellen e Håkon arrivano a Roma insieme ai genitori per festeggiare il settantesimo compleanno del padre, tutto si aspettano tranne quello che sta per accadere: i genitori annunciano che hanno deciso di divorziare. Scioccati e increduli, i fratelli cercano di venire a patti con questa decisione, che inizia a riecheggiare nelle case e nelle famiglie che hanno a loro volta creato e li costringe a ricostruire la narrativa condivisa della loro infanzia e della loro storia familiare, ma soprattutto a ripensare la propria visione sulle relazioni di coppia. Liv, la sorella maggiore, sprofonda in una crisi che inevitabilmente si riflette sul suo matrimonio; Ellen soccombe di fronte alla difficoltà di conciliare la distruzione familiare con il suo desiderio di avere un bambino a tutti i costi; e infine Håkon, inizialmente convinto della propria emancipazione, si scontra con la consapevolezza di non aver ancora davvero tagliato il cordone ombelicale.
Premiato dai librai norvegesi come miglior libro dell’anno e in testa alle classifiche di vendita, Una famiglia moderna è un commovente romanzo fatto di rimpianti, affetti e intuizioni rare, che ci incoraggia a osservare un po’ più attentamente le persone a noi vicine e ci rivela che non è mai troppo tardi per cambiare.


Quando i genitori annunciano la loro separazione Liv, Ellen e Håkon sono increduli e affrontano la cosa in modo diverso. Quella che sembra prendere peggio la notizia è Liv, la sorella maggiore, sposata e con due figli. La donna non riesce a farsene una ragione, è arrabbiata, delusa e inizia a mettere in discussione il rapporto con i genitori e con il marito.
Ecco, vedi? aveva incalzato Liv, proseguendo il suo monologo senza attendere repliche da me o da Ellen. Nella loro ipocrisia ci hanno inculcato il valore di "tener duro": non è quel che ci hanno sempre martellato in testa? Eh? "Quel che si è iniziato lo si finisce": quante volte avete sentito questo concetto, declinato in più varianti, dalla bocca di mamma e di papà? E adesso a mollare il colpo sono loro. [...] E' tutto fasullo, ed è una presa per i fondelli verso di noi, che abbiamo sempre dato credito alle loro parole, li abbiamo sempre ascoltati e ci siamo sforzati di modellare la nostra vita sui valori che loro ci hanno impresso nella mente.

 

Liv è furiosa, alla loro età come possono decidere di separarsi, non portare a termine il patto che hanno siglato con il matrimonio?
Anche Ellen non prende bene la notizia ma la donna è anche molto concentrata sul suo rapporto di coppia e sulla voglia di avere un bambino che sembra non voler arrivare. Per lei la separazione dei genitori è accaduta proprio nel momento peggiore, Ellen è concentrata sul suo dolore, sul non riuscire a diventare mamma e sul non riuscire a rendere padre il suo compagno. Deciderà mai di lasciarla se non gli potrà dare un figlio?
Håkon sembra prendere meglio la notizia rispetto alle sorelle, lui predica l'amore libero e continua ad avere rapporti con i genitori anche dopo la separazione, aiutando il padre con il trasloco. Lui è il figlio minore, molto sensibile, empatico e se, apparentemente, sembra prendere bene la notizia anche lui inizierà a riflettere sui rapporti di coppia e su come vive lui le sue storie d'amore.
Una famiglia moderna è il ritratto di una famiglia normale, che vive come tutte alti e bassi. L'autrice ci permette di spiarne le dinamiche di coppia, genitori-figli, tra fratelli, e nonni e nipoti e lo fa in maniera lucida e senza filtri.
I personaggi sono ben rappresentati, Liv credo sia il personaggio più riuscito, con maggiore spessore e profondità.
La lettura è molto scorrevole, induce spesso il lettore a soffermarsi su alcune frasi, pensieri e a riflettere sul loro significato.
Gli argomenti trattati sono importanti e seri ma la lettura non appare mai appesantita, anzi, è sempre snella e agile.
Consiglio la lettura del libro a chi ama i romanzi familiari, quelli che affrontano tematiche importanti e che portano alla riflessione.

L'AUTRICE
Helga Flatland è nata nel 1984 nel Telemark, in Norvegia. Il suo esordio risale al 2010 con Bli hvis du kan. Reis hvis du må, vincitore nello stesso anno del Tarjei Vesaas’ debutantpris, dell’Ungdommens kritikerpris e dell’Aschehoug debutantstipend. Nel 2015 ha vinto il Mads Wiel Nygaards legat e l’Amelie Skram-prisen. Con Una famiglia moderna, ad oggi il suo romanzo di maggiore successo, arriva per la prima volta nelle librerie italiane.



Commenti

Post popolari in questo blog

IL CORRIDORE di Maurizio Foddai

REVIEW TOUR: Miss Marple: i delitti deliziosi di Agatha Christie.

REVIEW TOUR: IL FILO AVVELENATO di Laura Purcell