La signora di Reykjavík di Ragnar Jónasson

 Buongiorno, oggi sono molto felice di parlarvi di un giallo che ho molto apprezzato: La signora di Reykjavík di Ragnar Jónasson, edito Marsilio Editore che ringrazio di cuore per la collaborazione e la copia cartacea.

La signora di Reykjavík, Ragnar Jónasson, Marsilio

Autore: Ragnar Jónasson

Traduzione: Valeria Raimondi

Editore: Marsilio

Genere: Giallo

Pagine: 240

Data di pubblicazione: 24 febbraio 2022

Hulda, «la donna nascosta», cela un segreto già nel nome. Ruvida e ribelle, è tra i migliori investigatori della polizia di Reykjavík: a sessantaquattro anni, però, competenza e abnegazione non sono sufficienti, visto che ai piani alti c’è chi è ansioso di mandarla in pensione. Ma Hulda ha dato tutto alla carriera e la prospettiva di dover lasciare il lavoro a cui ha dedicato la sua vita la fa infuriare. Quanto si farà sentire la solitudine? Inevitabilmente, la porta si spalancherà ai vecchi demoni che lei ha sempre ridotto al silenzio. E allora le sue fughe tra le aspre montagne dell’Islanda, per respirare a pieni polmoni la durezza della sua isola, non basteranno più. Ottenuto il permesso di dedicarsi a un’ultima indagine, un cold case a sua scelta, Hulda sa perfettamente qual è il caso che vuole riaprire. Dieci anni prima, una giovane donna, arrivata dalla Russia con la richiesta di asilo politico, era stata trovata morta in una baia non lontana dalla capitale. Le indagini, ingarbugliate e chiuse sbrigativamente da un collega, non avevano portato a una vera soluzione, e ora Hulda vuole dare voce a chi è stato dimenticato troppo in fretta. Vuole la verità. E ha quindici giorni di tempo per trovarla. 


Il momento del pensionamento è spesso un momento di bilanci, di riflessioni su ciò che è stato fatto e su ciò che ci aspetta. Hulda ha dato la vita per il suo lavoro, ha messo a disposizione il suo fiuto, il suo tempo e il suo talento per risolvere i casi che le venivano affidati. Quando il suo superiore le comunica che può andare in pensione anche subito perché c'è già un giovane che può sostituirla, Hulda non ci sta. Dopo tutto l'impegno e gli anni dedicati al lavoro perché viene trattata così? Ormai è vecchia e può essere sostituita? E cosa farà ora?
Il capo le dà la possibilità di seguire un cold case a sua scelta e poco tempo per dedicarsene, poi dovrà sgombrare la sua scrivania.
Hulda sa già quale caso seguire, quello di una ragazza russa, Elena, trovata morta sulla spiaggia. Sembra che le indagini siano state condotte in modo superficiale e siano state frettolose. La conclusione è quella del suicidio ma Hulda non ci crede. La donna ha poco tempo per sbrogliare la matassa, per capire cosa sia accaduto a Elena, quali piste sono state tralasciate e quali seguire. Nel corso delle indagini Hulda deve anche fare i conti con la sua solitudine, non ha più una famiglia e il suo passato la perseguita. Cosa ne sarà di lei quando non dovrà più lavorare e avrà tanto tempo libero? 

Jónasson dimostra di essere ancora una volta un maestro del giallo, in particolare del giallo nordico. Ha dato vita ad una nuova trilogia con una protagonista fenomenale. Inizialmente mi sono chiesta perché l'autore abbia scelto una protagonista che sta per andare in pensione, anche perché La signora di Reykjavík è il primo libro di una trilogia. Poi facendo la sua conoscenza ho capito la genialità dell'autore, Hulda è un personaggio che funziona, con il quale il lettore può facilmente empatizzare. Jónasson è partito dalla fine della sua carriera per parlare di lei, della sua indole, del suo passato e del suo modo di lavorare.
Ho molto apprezzato ancora una volta l'ambientazione islandese, una terra fredda, spazzata dal vento, apparentemente inospitale e bagnata da acque gelide.
Il mare era così spietato: dava la vita agli islandesi, e in cambio esigeva un prezzo terribile.
Il finale mi ha lasciata interdetta, a bocca aperta. Mi sono chiesta: Ragnar ma che mi combini? non puoi farmi questo! Ora non vedo l'ora di leggere il seguito, spero di poterlo fare presto.
Ovviamente consiglio La signora di Reykjavík a chi ama i gialli e la letteratura nordica. Con Jónasson siete in una botte di ferro!

L'AUTORE
Ragnar Jónasson (1976), tradotto in ventuno lingue e pubblicato in trentadue paesi, è uno dei fenomeni del poliziesco più sorprendenti degli ultimi anni, con milioni di lettori nel mondo e un successo che non si ferma. Avvocato e docente di diritto d’autore all’Università di Reykjavík, è membro della UK Crime Writers’ Association e cofondatore di Iceland Noir, festival del giallo nordico. Ha scritto la serie Misteri d’Islanda, pubblicata nella UE Marsilio, e la Trilogia di Hulda, di cui La signora di Reykjavík è il primo episodio, un successo internazionale che la Warner Bros. porterà presto sul grande schermo.

Commenti

  1. Borgata's 'The Borgata' casino opens first in Atlantic City
    Casino owner and casino operator Caesars Entertainment is 제천 출장샵 of the MGM 경상북도 출장안마 Resorts' non-casino properties and the Marina 영주 출장샵 District's 서귀포 출장마사지 new Borgata. 보령 출장샵

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL CORRIDORE di Maurizio Foddai

REVIEW TOUR: Miss Marple: i delitti deliziosi di Agatha Christie.

REVIEW TOUR: IL FILO AVVELENATO di Laura Purcell