UNA SPECIE DI SCINTILLA di Elle McNicoll

 Buongiorno, oggi pubblico la recensione di Una specie di scintilla di Elle McNicoll, edito Uovonero che ringrazio per la bella collaborazione e la copia cartacea.

Una specie di scintilla, Elle McNicoll, Uovonero
Autore: Elle McNicoll

Traduzione: Sanye Bandirali

Editore: Uovonero

Pagine: 192

Genere: romanzo

Data di pubblicazione: marzo 2021

Età di lettura: 10+

 


Un romanzo arguto e pieno di empatia, opera prima di una giovane autrice autistica. Addie ha 11 anni, è autistica e ha una missione: convincere i suoi concittadini a costruire un memoriale per le streghe condannate ingiustamente.
Perché quando la storia viene dimenticata, è destinata a ripetersi.

La vita a scuola è dura per Addie, undicenne autistica costretta a combattere ogni giorno contro l’ostilità, la diffidenza e la paura degli altri. Miss Murphy, la sua insegnante, non fa che umiliarla e metterla in imbarazzo, e quella che sembrava la sua unica amica ora le ha voltato le spalle. La sola persona che riesce a capirla nel profondo è Keedie, sua sorella maggiore. Anche lei è autistica, ma appare più sicura di sé, e sa benissimo come aiutarla a sentirsi meglio.
Un giorno, durante una lezione, Addie scopre che in passato, nel suo paesino della Scozia settentrionale, innumerevoli donne furono torturate e condannate a morte in quanto ritenute“streghe”. La notizia la sconvolge: capisce che era la loro “diversità” ad essere messa sotto accusa. Sente che deve fare qualcosa per riscattarle. Mossa da rabbia e determinazione, porta avanti una campagna di sensibilizzazione per convincere i suoi concittadini a far costruire un memoriale dedicato alle streghe uccise. Quella di Addie diventa una vera e propria missione, una battaglia che porta avanti in nome dell’uguaglianza e della verità: riuscirà a vincere l'indifferenza del Consiglio del villaggio?

Una specie di scintilla è il libro adatto a far comprendere a grandi e piccoli cosa sia l'autismo e cosa voglia dire conviverci. Addie, la protagonista di questa storia, è una ragazzina di undici anni autistica ad alto funzionamento. La sua neurodiversità la porta a percepire il mondo in maniera più intensa e soffrire in caso di sovrastimolazione. La sua vita a scuola non è per niente facile, la sua maestra non la comprende e non perde occasione per umiliarla di fronte all'intera classe e la sua migliore amica si è allontanata e avvicinata ad un'altra compagna. Gli unici a starle vicino sono i suoi familiari, in particolare Keedie, sua sorella maggiore e anche lei autistica. 

Quando a scuola viene introdotto l'argomento della caccia alle streghe che è avvenuta anche nella cittadina in cui vive, Addie sente una certa affinità. Come sappiamo le streghe sono state perseguitate per i più svariati motivi, se sembravi strana, stavi sulle tue eri già sospetta. Molte donne sono state torturate e uccise bruciate sul rogo con l'accusa di essere delle streghe. Addie sente di non essere così diversa da quelle donne, anche lei viene maltrattata perchè diversa, perchè ha un comportamento strambo che gli altri non vogliono neanche provare a comprendere.

Addie decide così di chiedere al Consiglio del villaggio di creare un memoriale per ricordare tutte quelle donne e in qualche modo chiedere loro scusa. A molti la cosa non interessa, la considerano uno spreco di denaro e di tempo. Addie però è tosta e inizia una campagna di sensibilizzazione a favore della sua causa, riuscirà a far capire ai suoi concittadini quanto sia importante la sua lotta? quanto sia importante accettare la diversità e non ostacolarla e demonizzarla?

Una specie di scintilla è un libro che merita di essere letto per il messaggio forte che contiene: discriminare una persona per la sua diversità può creare tanto dolore alla persona in questione ma anche a tutte le persone che le vogliono bene. Addie è forte e ha alle spalle una famiglia che la sostiene e le dà forza, che le spiega il perchè dei comportamenti altrui, ma non tutti sono così fortunati. 

Leggere delle angherie subite da Addie ma anche dalla sorella Keedie mi ha fatta infuriare e mi sono chiesta spesso il perché di tanta cattiveria. Spesso mi sono anche commossa fino alle lacrime per il dolore provato dalla giovane protagonista che viene bullizzata, emarginata e giudicata.

Una specie di scintilla fa riflettere, commuovere, arrabbiare e divertire. E' un concentrato di emozioni che travolgono il lettore senza scampo, bisognerebbe essere dei ghiacchioli per non farsi coinvolgere da una lettura simile! Una specie di scintilla rientra a pieno diritto nella lista dei libri necessari: necessari per comprendere, accettare e smuovere le coscienze.

Il mascheramento è quando dobbiamo spacciarci per persone neurotipiche, per qualcuno che non è come noi. Dobbiamo ignorare il bisogno di autostimolazione, ci dobbiamo autosoffocare e dobbiamo avere un contatto oculare diretto. Keedie mi ha detto che è come quando i supereroi devono fingere di essere persone normali.

L'AUTORE

Elle McNicoll è una scrittrice scozzese e neurodivergente che vive a Londra. Si è laureata in scrittura creativa e ha lavorato come libraia, barista, blogger e babysitter, il tutto mentre si divertiva a scrivere storie.

Dopo aver completato la sua tesi di laurea sulla scarsa rappresentazione dei bambini neuro-divergenti, si è stancata della mancanza di inclusività nell'editoria e ha scritto lei stessa un libro. Il suo primo romanzo, A Kind of Spark (Una specie di scintilla nell’edizione italiana di uovonero), è stato pubblicato nel giugno 2020 dalla pluri-premiata casa editrice indipendente Knights Of e ha come protagoniste due giovani donne apertamente autistiche.

Dopo la pubblicazione, A Kind Of Spark è diventato in breve tempo il Blackwell’s Children’s Book of the Month e “libro per bambini della settimana" sia del Times che del Sunday Times. Il libro ha vinto il Blue Peter Book Awards 2021, a dicembre ha ottenuto il riconoscimento di Blackwell’s Children’s Book of the Year, è stato nominato per la Carnegie Medal e recentemente è entrato nella longlist del Branford Boase Award.

Il secondo libro di Elle McNicoll, Show us who you are, uscirà in Inghilterra il 4 marzo 2021 e per uovonero nel 2022.

«Sono una scrittrice. Sono un’autrice neurodivergente. Scrivo di tutto e di più, ma scrivo sempre di neurodiversità. Perché tutta la mia infanzia è stata un grande catalogo infinito di libri neurotipici. Libri brillanti. Libri eccitanti. Ma libri in cui i bambini come me venivano nascosti. Nelle occasioni incredibilmente rare in cui un bambino neurodivergente faceva la sua comparsa, di solito era un peso o qualcosa da temere. E mai l’eroe. Ogni bambino merita di vedersi riflesso positivamente nelle storie»

 

Commenti

Post popolari in questo blog

LE PERCEZIONI SENSORIALI NELL'AUTISMO E NELLA SINDROME DI ASPERGER di Olga Bogdashina

RUBRICA: Un viaggio nella psicologia con la letteratura

Cover Reveal: Viraha di Marika Vangone